Rinnovare il SSR lombardo: consegnate le proposte condivise alle forze politiche bresciane

La richiesta è che le proposte condivise -più territorio, più prevenzione, più chiarezza organizzativa, più connessione- vengano portate con convinzione, trasversalmente da tutti i Partiti Bresciani, al Consiglio Regionale!

Le forze politiche bresciane hanno infatti risposto all’invito di ConnettereSalute partecipando attivamente all’incontro on line “a porte chiuse”, Venerdì 11 Dicembre 2020:

  • per +Europa: Cristina Bagnoli
  • per Articolo Uno: Paolo Pagani
  • per Forza Italia: Simona Tironi
  • per Italia Viva: Alessandro Cè
  • per la Lega: Francesco Ghiroldi, Alberto Bertagna e Giovanbattista Calabrò
  • per il Movimento 5 Stelle: Marco Fumagalli
  • per il Partito Democratico: Michele Zanardi
  • per il Partito Socialista Italiano: Luciano Corda
  • per Sinistra Italiana: Luca Trentini e Donatella Albini.

Durante l’incontro, allargato ai rappresentanti delle diverse componenti della società civile, è stato consegnato il documento “Le proposte condivise di ConnettereSalute per migliorare il Servizio Sanitario Lombardo” frutto della sintesi di quanto emerso nel Convegno “Salute&Società, la sanità bresciana dopo il Covid”, al quale hanno portato contributi rappresentanti di: Università, Ordini Professionali, Associazioni, Sindacati, Terzo settore, Enti SocioSanitari e Medici/Pediatri di Famiglia, il Sindaco di Brescia, il Presidente della Provincia di Brescia e del Presidente della Commissione Regionale COVID.

Pur con diverse sottolineature, si è riscontrata un’ampia convergenza sulla quasi totalità dei punti del documento da parte delle forze politiche intervenute, in particolare su:

  • necessità di incrementare le risorse umane e tecnologiche,
  • sviluppare i servizi territoriali e la loro organizzazione,
  • sviluppare la prevenzione,
  • riorganizzare e valorizzare la medicina di famiglia,
  • avviare una nuova ed efficiente digitalizzazione,
  • valorizzare il ruolo degli Enti Locali specialmente nella programmazione dei servizi sanitari,
  • ridefinire il rapporto pubblico-privato,
  • valutare la qualità delle prestazioni in relazione ai bisogni reali dei cittadini,
  • giungere rapidamente ad una nuova governance dell’intero servizio socio-sanitario con particolare attenzione ai servizi del territorio,
  • finanziare adeguatamente i servizi con sufficienti risorse.

In conclusione ConnettereSalute ha preso atto della condivisione sostanziale del documento da parte delle forze politiche e dell’impegno di portare le proposte a livello regionale.

Ci si è dati appuntamento a breve, anche alla luce dei possibili prossimi sviluppi nel processo di rivalutazione della legge 23.

 

Sintesi dell'incontro

 

"Le proposte condivise di ConnettereSalute per migliorare il Servizio Sanitario Lombardo"

Ne hanno parlato:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *